La comunicazione dei dati al portale tessera sanitaria è compresa nel modulo di invio dati al sistema ts inserito in Primosoftware

Obbligatoria anche per psicologi , infermieri , ostetriche , tecnici sanitari di radiologia , ottici e veterinari

trasmissione e invio dati tessera sanitaria

Nuovo modulo trasmissione dati al Sistema ‘Tessera Sanitaria’

Con decreto MEF del 31/07/15, che ha dato attuazione al DLGS Semplificazioni 175/2014, è entrato in vigore l'obbligo di trasmettere telematicamente al Sistema Tessera Sanitaria (STS) l'elenco dei documenti di Vendita emessi per prestazioni offerte ai propri assistiti nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Questo Modulo consente la generazione dei files in formato CSV che dovranno essere utilizzati per l’invio telematico tramite il portale del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Richiedi maggiori informazioni

Cosa dice il decreto MEF del 31/07/15

L’elenco completo dei soggetti che da quest’anno devono comunicare i dati al Sistema Tessera Sanitaria

Con l’emanazione del Dm Economia datato 1° settembre sulla Gazzetta Ufficiale è stato allargato il numero dei soggetti tenuti a comunicare al fisco i dati relativi alle spese mediche per la dichiarazione dei redditi 2017. Entro il 31 gennaio 2017 infatti, anche gli iscritti agli albi professionali degli psicologi, veterinari, ostetriche, ottici, infermieri e tecnici di radiologia sono tenuti alla comunicazione al Sistema Tessera Sanitaria delle prestazioni fatturate dal 1 gennaio 2016. Assieme a questo nuovo adempimento, arriva però un esonero dallo spesometro, relativamente ai dati trasmessi al Sistema tessera sanitaria. L’inserimento automatico di queste spese da parte dell’Agenzia delle Entrate dovrebbe servire a ridurre la quantità di correzioni da parte dei contribuenti permettendo così un incremento del numero di cittadini che beneficeranno dell’esonero dai controlli sulle dichiarazioni. Le spese sanitarie costituiscono, infatti, una delle principali fonti di detrazione fiscale: per beneficiarne, fino a quest’anno, bisognava che il contribuente modificasse o integrasse il modello. Il che, però, oltre a fargli perdere il vantaggio dell’assenza di controlli, ha comportato una spesa ulteriore per chi si è dovuto affidare ad un intermediario.

Le spese sanitarie costituiscono, infatti, una delle principali fonti di detrazione fiscale: per beneficiarne, fino a quest’anno, bisognava che il contribuente modificasse o integrasse il modello. Il che, però, oltre a fargli perdere il vantaggio dell’assenza di controlli, ha comportato una spesa ulteriore per chi si è dovuto affidare ad un intermediario.

Chi sono i soggetti che devono trasmettere i dati al STS

- esercizi commerciali abilitati all’attività di distribuzione al pubblico di farmaci, in possesso del codice identificativo univoco previsto dal DM 15/07/2004 (cd. “parafarmacie”)
- iscritti agli Albi professionali degli psicologi (L. n. 56/89)
- iscritti agli Albi professionali degli infermieri (DM n. 739/94)
- iscritti agli Albi professionali delle ostetriche/i (DM n. 740/94)
- iscritti agli Albi professionali dei tecnici sanitari di radiologia medica (DM n. 746/94)
- esercenti l’arte sanitaria ausiliaria di ottico, che hanno effettuato la comunicazione al Ministero della Salute di cui agli artt. 11 c. 7 e 13 DLgs. n. 46/97
- iscritti agli Albi professionali dei veterinari, in relazione ai dati delle spese veterinarie sostenute dalle persone fisiche e riguardanti le tipologie di animali individuate dal DM 289/2001 (animali legalmente detenuti a scopo di compagnia o per la pratica sportiva)

Richiedi maggiori informazioni

Scopri tutte le versioni del software ognuna per il tuo settore

Abbiamo una versione per ogni specifico ambito, per essere primi in ogni settore di attività

I numeri del successo di PrimoSoftware grazie a voi

+999
Clienti felici
70
Reseller
+1 Mil.
Sms inviati
+10
Anni sul mercato